Lettori fissi

mercoledì 16 marzo 2011

Mai più!

"Il vero buongustaio sa sfruttare ogni residuo di cucina...."

Bello e buono, nulla da ridire, apprezzato pure da quel rompi.... di mio fra, e se neppure lui è riuscito a trovare qualce difetto, allora prorpio non mi posso lamentare! E allora? Allora è un piatto che non rifarò....Perchè? Perchè  occorre troppo tempo per prepararlo e troppo poco per finirlo!
Va bene, era una giornata persa perchè pioveva a dirotto, e l'unica cosa da fare era restare chiusi in casa, però....Si era buona, molto, tutto il  sapore del mare nel piatto e solo qst ricompensa la faticaccia, ma prima di ripetermi, passera moooolto tempo e molti temporali!
Sono partita da qst:

 

Volevo fare qlc di insolito e allora mi sono messa all'opera: Sugo per la pasta.
Non è insolito direte. Giusto. Ma se il sugo lo preparo con i gusci degli scampi?

Ho preso solo:
8 scampi,
Pomodori (io avevo un barattolo di polpa a pezzettoni)
2cucchiai olio evo
Prezzemolo abbondante

Ho  sgusciato e messo a marinare gli scampi nel limone, mentre i gusci, le chele e le teste le ho messe a bollire per circa mezz'ora, dopo di che.... olio di gomito e qst:



 
Passare tutto con i fori grandi, tenendo il brodo ricavato dalla cottura da parte;  mettere a cuocere il pomodoro con olio e prezzemolo, sale e peperoncino se gradito, e ripassare ancora (non si direbbe, ma si fa 'na faticaccia) allungando con un po di brodo. Qst passaggio si ripete ancora per 1 volta, poi si cambia disco del passino, e si va a qll coi fori piccoli ( qll che si vede nella foto per intenderci. Doppia, tripla faticaccia sigh! )e si passa e ripassa per 2 volte, allungando sempre col brodo di cottura. Nel frattempo i pomodori saranno cotti, spegnete e allungate con il rimanente brodo di cottura dei gusci. A qst punto.... raccogliete il passato col liquido e si aggiunge al pomodoro.... Starete pensando: troppo acquoso! Niente paura, che vi tocca ripassare! Pulite il passino da tutti i residui (Saranno poco più della metà di qll di partenza) e senza cambiare il disco (qll coi fori piccoli) rovesciate il sugo. (serve per separare il liquido dal solido) Mettete il liquiso sul fuco, e date l'ultima ripassata al solido. No no, non vi illudete, non avete finito di passare! Via il passino, e avanti col setaccio.
Mentre il liquido cuoce, con una santa pazienza passate e ripassate + volte il solido al setaccio (io 4volte e nn nè potevo più! perchè  a dirla tutta il mio è un colino, non è un setaccio!) aiutandovi aggiungendo il liquido che cuoce. Alla fine mettete tutto sul fuco e fate addensare ancora un pò. Rimarra liquido all'aspetto, ma poi qnd condirete la pasta vedrete che consistenza e che sapore!

 

 

Ripeto buono, ma per il bis.... Paganini non ripete!
Volete sapere che  ho fatto con gli scampi sgusciati? Ve lo dico domani! 

2 commenti:

  1. Fameeeeeeeee!!! ora vado in cucina anch'io.. anzi, facciamo così, magari vengo nella tua! hi hi..

    RispondiElimina