Lettori fissi

mercoledì 16 febbraio 2022

Pizza o biscotto?

 Ho scoperto qst dolce, grazie ad una richiesta specifica. Non l'avevo mai mangiato, e qnd mi è stato chiesto, col nome con cui è conosciuto ( Pizza di beridde) la prima cosa che mi sono detta è stata: "Ancora pizza???" E subito dopo : " Ma che so sti beridde?" 

Allora, X i pochi che nn lo sapessero, e perché ormai mi piace fare la saputella😁,  vi dico subito che non è una pizza, ma un dolce ebraico, e beridde è una storpiatura di Berit milah ( chiedo scusa se nn si scrive in qst modo, l'ho vista scritta in milioni di modi in internet...) che vuol dire Alleanza. Pare infatti Ke si preparino  per la cerimonia della circoncisione, patto di alleanza tra Dio ed il Suo popolo.

Detto qst, vi consiglio vivamente di provarlo. È buonissimo, ricco di mandorle e canditi. Io ho visto tante ricette ed ho preso un po' spunto da ognuno, ma qll che più mi ha ispirato è stata Tina , che ha spiegato perfettamente e mi ha fatto venire una gran fame, oltre alla voglia di provare subito! Ecco la mia versione:

PIZZA DI BERIDDE 


INGREDIENTI

200 grammi di farina di mandorle

300 grammi  00

150 grammi di zucchero

1/4 di cucchiaino di sale

125 ml di olio neutro, come il girasole

160 ml di vino bianco secco

100 grammi  di uvetta

100 grammi di cedro candito, cubetti 

75 grammi di ciliegie candite, metà verdi e metà rosse.

125 grammi di mandorle intere non pelate

75 grammi di pinoli   


Ammollare l'uvetta nel vino bianco per 15-20, scola l'uvetta tenendo da parte il vino.

Preriscaldare il forno a 250, e mescolare le farine, lo zucchero e il sale fino ad amalgamarli. Aggiungere l'olio e lentamente circa 3/4 del vino fino a quando l'impasto è umido e si tiene insieme. Aggiungere poco alla volta più o tutto il vino per ottenere la giusta consistenza, tenendo presente che l'impasto non deve essere appiccicoso. 

Unire l'uvetta, i canditi, le ciliegie  e le mandorle 

Foderare una teglia con carta da forno e adagiare il composto sulla carta e formare un rettangolo alto poco più di un pollice. Tagliate il rettangolo a metà trasversalmente e poi longitudinalmente in 4 file uguali, formando 8 biscotti grandi. Con un coltello, incidere leggermente sulla parte superiore di tutti i biscotti, trasversalmente. Separare leggermente i biscotti e lisciare tutti i lati e i bordi. 

Cuocere per 10 minuti sul ripiano più basso, quindi passare al ripiano più alto per altri 7-10 minuti. I biscotti saranno  croccanti e leggermente bruciati all'esterno e molto umidi e teneri all'interno. Se l'uvetta sembra completamente bruciata, è così Ke dev'essere!  




Fate raffreddare completamente e gustate con caffè espresso o tè.


Fatela, sono certa che diventerà il confort sweet preferito 



Nessun commento:

Posta un commento